Coronavirus, due morti in Italia. In Lombardia 39 casi, una decina in Veneto

ROMA – Ci sono due vittime italiane per il coronavirus. La prima è stata Adriano Trevisan, uno dei pazienti contagiati in Veneto: si tratta di un uomo di 77 anni di Monselice, che era ricoverato all’ospedale di Padova, in precedenza ricoverato all’ospedale Schiavonia di Monselice. La sua morte è avvenuta nella notte e il governatore Luca Zaia ha disposto lo svuotamento del nosocomio, dove era stato ricoverato anche un altro anziano risultato positivo a coronavirus.

La seconda vittima del virus è una donna residente a Castelpusterlengo, in Lombardia: aveva 77 anni ed è stata in realtà la prima a morire in Italia, il giorno 20. La scoperta che fosse affetta da coronavirus è stata successiva alla morte. La donna, malata di polmonite, era passata nel pronto soccorso di Codogno nei giorni in cui c’era passato il 38enne di Castiglione d’Adda, il cosiddetto ‘paziente 1’, ora ricoverato a Codogno. La donna è morta in casa giovedì e il tampone risultato positivo al coronavirus è stato eseguito post mortem.

Intanto, in Lombardia il numero delle persone infettate è salito a 39“, ha annunciato il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, in conferenza stampa. In Veneto i casi conosciuti sono al momento una decina: ai tre di ieri se sono aggiunti altri sette.

fonte «Agenzia DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close