IL LEGHISTA ANOMALO CHE TENDE LA MANO A ZUPPI

Lucia Porgese Mar, 08/10/2019 - 11:46

Mario Vanelli, 33 anni, educatore, grafico, networker, è capogruppo della Lega a Zola Predosa. È stato candidato sindaco alle ultime elezioni comunali di una lista civica appoggiato dalla coalizione di centrodestra. 

 

(foto della campagna elettorale)

 

La tua candidatura si dice abbia “creato mal di pancia” all’interno dell’Abbazia di Zola, ora che le bocce sono ferme che ne pensi?

Non è stata tanto la mia candidatura a sindaco quanto la candidatura di amici e amiche nella lista civica. A qualcuno non andava bene l’appoggio della Lega. Hanno mandato con un certo livore dei messaggi, alcune e-mail e telefonate... Mi stupisce sempre come i laici che si definiscono “cattolici adulti” vedano la pagliuzza nell’occhio altrui e non la trave nel proprio... cincischiano sulla Lega che è contro gli immigrati irregolari, magari con toni un po’ forti, e appoggiano senza problemi il PD: un partito a favore della distruzione della vita, della famiglia, della società e della nostra cultura. Comunque, a onor del vero, l’Abate in tutto questo è estraneo, sono stati alcuni laici. Spero e confido che si riappacifichino le acque.

 

In campagna elettorale girava voce che eri il figlio del prete di Riale e hai subito anche il fuoco amico. Pare che li alleati di Forza Italia, abbiano remato contro, rimanendo, poi, fuori dal consiglio!

(Ride...) questa cosa del figlio di Don Daniele è vecchia delle elezioni scorse, e per me comunque è una medaglia! 

Per quanto riguarda gli alleati diciamo che è la bellezza della democrazia... Non amo chi semina zizzania attraverso terzi, ma si sa, come diceva qualcuno, l’Amore vince sempre sull’invidia e sull’odio

Il silenzio post elezioni parla chiaro... io mi sono assunto le mie responsabilità, altri invece...

 

Tu sei stato nel direttivo provinciale del PDL, eri molto attivo in Forza Italia, ed ora sei capogruppo della Lega, puoi spiegare?

Certo, io sono da sempre un moderato. Diciamo che Forza Italia, a livello Emiliano Romagnolo ha sempre avuto coordinatori discutibili e dai scarsi risultati: si è provato a contribuire, ma quando l’obiettivo di qualcuno è quello di consolidare la propria poltrona più che allargare la base del partito, capisci che sei di troppo, e ritengo l’ultima gestione, molto lontana dal mondo moderato: faceva il verso a Fdi... infatti poi abbiamo visto i risultati! 

 

Ora che l’ex coordinatore è tornato a casa, pensi che riguarderai a Forza Italia? 

Ne dubito! Forza Italia al momento non sa cosa vuol fare da grande… Vero è che la Lega se vuole crescere, maggiormente, deve aprirsi ai moderati, che sono quel gruppo di elettori che non va a votare... altrimenti penso verrà fuori, a livello nazionale, un grande contenitore di centro: moderato, liberale e popolare che fungerà da ago della bilancia. In più occorre costruire una classe dirigente di centrodestra preparata e altamente professionale, competente, altrimenti ci accontentiamo di “bibbitari“…

 

Avverto una certa insofferenza verso i grillini... 

Guarda con i 5 stelle a livello comunale, vado più che d’accordo... ma a livello nazionale... pura demagogia, taglio dei parlamentari in primis. Una misura inutile e puramente demagogica, ma per questo clima di caccia alle streghe verso chi fa politica dobbiamo ringraziare tra i tanti: Grillo, Travaglio, Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo! 

Io resto convinto che, dal semplice consigliere comunale in su, dalla moda alla ristorazione, e per tutto ciò che fa grande l’Italia nel mondo, bisogna fare squadra! E’ urgente e necessario creare un “sistema Italia” che sia unito e affronti il mondo come una testuggine! 

 

Torniamo al grande centro, leader di questo partito: Casini, Renzi, Carfagna, o? 

Beh io vedrei bene Mara Carfagna, già nel 2009 la vedevo come erede di Berlusconi! Purtroppo la sinistra l’ha infangata moltissimo, ma lei ha fatto vedere nei fatti di ciò che è capace e quanto vale! 

Renzi non è credibile dal famoso 4 dicembre, e Casini... Casini è uno che sa ciò che vuole, diciamo che ha il giusto focus, uno da cui c’è da imparare e ascoltare i consigli! 

 

Veniamo a Zola, nel consiglio comunale del 25 settembre è stato approvato all’unanimità un ordine del giorno su Bibbiano, presentato da te, capogruppo della Lega

Si, diciamo che abbiamo portato a casa un bel risultato, anche con l’aiuto dei 5 stelle. Il PD prima ha affermato che era un odg “stupido e orribile” e poi l’ha approvato con qualche modifica.. ma se i 5 stelle non chiedevano modifiche avrebbero votato contro. Il fatto politico è questo: il PD di Zola “ha condannato ogni comportamento accertato che abbia causato danno ai membri della comunità, in particolare ai più deboli come ad esempio i minori”, ergo Bibbiano. Quindi una grandissima vittoria!

 

Sempre il 25 settembre hai presentato un ordine del giorno per costituire Zola Predosa “Città per la Vita - Contro la Pena di Morte” invitando cito testualmente “un esimio esponente della comunità di sant’Egidio residente a Bologna”, quindi Zuppi..

Alcuni amici mi hanno sottoposto questa iniziativa e l’ho sposata subito. E credo che invitare il Card. Zuppi sia il minimo, visto che lui ha vissuto e respirato la comunità di Sant’Egidio, che è promotrice di questa iniziativa.

 

Se mi permetti, tu sei un leghista anomalo: fai volontariato con i disabili, presti servizio in carcere, vai alla mensa dei poveri dell’Antoniano... mi pare tu sia più in linea con il Papa e lo stesso Zuppi che con la Lega

Innanzitutto conosco altri “leghisti anomali” che quindi mi fanno sentire normale, comunque mi piacerebbe sapere la fonte anche perché “non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra”.

 

Uno che va all’evento della Coldiretti a sentire Salvini e poi va a dare da mangiare ai poveri dell’Antoniano, non passa inosservato, aggiungi poi che si parla di questo negli uffici dell’Azione Cattolica...

Vero, faccio ciò che hai detto, ma come ho detto prima, non credo di essere anomalo, anzi ritengo che ci sia un difetto di comunicazione: qui, nella Lega, nessuno è contro gli ultimi. Siamo per la legalità, aiutiamo chi viene e vive nella legalità. Non credo che il Sommo Pontefice e il Cardinale Zuppi siano a favore di chi non rispetta la legge! 

Poi, io personalmente, sull’immigrazione la penso come il Cardinale Sarah e sono dell’idea che prima sistemo e aiuto le persone più prossime, i cittadini e poi anche gli altri! Ma non per questo evito di aiutare gli ultimi.

 

Ultime tre domande

Dai social si evince che ti piace bere e mangiare bene. È polemica di questi giorni il tortellino dell’accoglienza, al ripieno di pollo. Tu che idea ti sei fatto? 

Lodevole l’intento ma... io avrei evitato di chiamarlo tortellino dell’accoglienza... i bolognesi, duri e puri, parlano di “eresia”! “Toccatemi tutto ma non il turtlein”! 

Penso anche sia una polemica sul nulla, alimentata per alzare i muri tra i “sovranisti culinari” e la Curia, anche perché in città ci sono vari tipi di tortellini fatti da noti chef: ad esempio ci sono i tortellini al ripieno di razza..; e altri tortellini tutti buonissimi e non convenzionali... Certo i migliori sono i tortellini tradizionali in brodo, poi fatti della Giuliana.. (cuoca della sagra di Riale, ndr.). 

Al momento chi merita la “scomunica per eresia” sono quelli che propongono e mangiano i tortellini con il ragù, ribattezzati: “Bestie di Satana”! E purtroppo anche il “capitano” è caduto nella trappola!  

Appena vedrò don Bino (segretario del Cardinale, ndr.) chiederò di poter invitare Zuppi a mangiare i tortellini che ho elencato prima... così poi mi dirà quali preferisce... Purtroppo Bologna, e chi la rappresenta ne è responsabile, invece che diventare una città “cosmopolita” sta regredendo a un mero provincialismo qualunquista e il caso del tortellino ne è un esempio e solo la punta dell’iceberg.

 

A proposito di curia e politica. Pare che nasca una lista civica in appoggio al presidente Bonaccini, sostenuta dalla Chiesa bolognese, vuoi dire qualcosa? 

Non credo che la Chiesa bolognese si spinga così tanto, forse qualcuno vicino al candidato di sinistra ha messo in giro la voce sperando si concretizzi... ma, a onor del vero, ci sono moltissimi cattolici, assidui frequentatori, che la pensano come il centro destra, ma soprattutto come Matteo Salvini. Dubito che la Chiesa bolognese appoggi così spudoratamente Bonaccini... 

 

Posso un’ultima domanda personale? Sei innamorato? 

Grazie della domanda anche se esula dal contesto. Comunque si, sono innamorato!