Intervista a Marco Roselli Segretario Nazionale Fismic Confsal

Rosalino Bove Mar, 03/12/2013 - 15:45

Segretario Roselli, partiamo dall’aumento delle ore di Cassa integrazione in Fiat, qual è la vostra posizione a tutela dei lavoratori? “Io ho girato nell’ultimo periodo tutta l’Italia per fare assemblee con i lavoratori. Sono stato in molti stabilimenti Fiat da nord a sud e visto una Fiat che non solo a Melfi ma in tutta Italia sta investendo diversi milioni di euro. Non c’è solo l’investimento su Melfi di oltre 1 milione e mezzo di euro, ma anche alla Sevel (Società Europea Veicoli Leggeri) con 700 milioni di euro che seguono quelli di Pomigliano e Grugliasco. L’ultimo annuncio di Mirafiori con un investimento che supera il miliardo di euro, aziende pressoché chiuse che hanno visto una vera e propria rinascita come Pomigliano e Grugliasco (ex Bertone). In rappresentanza della Fismic  ho incontrato in questo viaggio, in particolare al nord, tanti lavoratori che hanno vissuto lunghi periodi di Cassa integrazione e aspettavano con ansia gli annunci sugli investimenti  e l’assegnazione di nuovi modelli da parte della Fiat, cosa che è avvenuta.”

Questo dopo che il progetto “Fabbrica Italia” è andato in fumo? “Il progetto “Fabbrica Italia” non è che sia andato in fumo, non è un problema di titoli ma di contenuti che oggi si stanno concretizzando. C’è stato un evidente rallentato degli investimenti dovuto alla crisi globale ed in particolare del settore automotive; immettere in un mercato stagnante e recessivo nuove vetture in tempi sbagliati sarebbe stato  un rischio troppo grande, avrebbe potuto voler dire mettere in pericolo la stessa azienda e i suoi lavoratori. Per queste ragioni il piano di investimenti ha subito un rallentamento, e noi pensiamo che sia stata fatta la cosa più giusta.”

Quali investimenti sono stati effettuati in alternativa a “Fabbrica Italia”? “Non si tratta di alternative. È stato fatto un annuncio, a suo tempo, ma in quel periodo non si è voluto rischiare per il motivo che le ho descritto prima.”

E adesso? Questi investimenti si concretizzeranno? “Il fatto che sia stata riconosciuta una cassa integrazione di due anni per ristrutturazione, e non per altri motivi come è successo a Melfi, è la dimostrazione che gli investimenti si stanno palesando concretamente. Tutto ciò è stato possibile grazie al nuovo contratto collettivo specifico di lavoro del gruppo Fiat (CCSL), sostenuto e condiviso dal sindacato riformista, in primis la Fismic-Confsal che da subito a e prima di altri a creduto e sostenuto questo cambiamento necessario alla competitività. La situazione italiana è alquanto paradossale; mentre ci sono numerose aziende che abbandonano il paese, lasciando i lavoratori in mezzo ad una strada ed altre pressoché decotte, acquistate da gruppi stranieri, la Fiat che rappresenta la più grande azienda italiana, nonostante non sia stata sostenuta adeguatamente da una politica industriale del governo, e sia stata invece attaccata duramente dalla Fiom che in Fiat rappresenta una minoranza, decide comunque di credere nel paese e nei suoi lavoratori.”

Lei dice, che la Fiat, di fatto, non ha abbandonato il Paese. Però, è altresì vero che è andata ad investire all’estero, dislocando. Si veda l’accordo con la Chrysler che le ha permesso sì di investire, ma in Nord America …“Senza l’accordo con la Chrysler, la Fiat non avrebbe avuto i soldi per realizzare investimenti in Italia. La Fiat, in questo momento, in Italia ci perde. Nonostante ciò, decide di continuare a credere nell’Italia e nei suoi lavoratori. Non è mai successo per esempio che una produzione allocata all’estero ed in particolare in paesi dell’est (Polonia) dove le condizioni economiche sono più favorevoli all’azienda, tornasse in Italia come è successo per la Panda a Pomigliano. Altro caso simbolo sono i suv a marchio Jeep un emblema per l’America che saranno prodotti a Melfi.  Questo è stato possibile solo grazie al sostegno della maggioranza dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali firmatarie del CCSL, ossia Fismic-Confsal, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Uglm-Aqcf, che hanno siglato con Fiat un accordo innovativo per quanto riguarda le relazioni industriali in questo Paese, che stabilisce regole certe e responsabilità, nel quale è presente una nuova e moderna organizzazione del lavoro (WCM/ERGO–UAS) sono presenti diritti e doveri, nonché, per quanto riguarda la parte salariale un miglioramento economico rispetto al CCLN (Contratto Nazionale Collettivo di Lavoro).”

Quindi Lei respinge al mittente le accuse di non tutela dei diritti dei lavoratori? “Assolutamente si. In riferimento all’accordo CCSL, la Fiom diceva che veniva messo in discussione il diritto di sciopero, cosa assolutamente non vera, perché il diritto di sciopero è sancito dall’art. 40 della Costituzione e nessun accordo può prevaricare la legge e la Costituzione. Quello che si è fatto, invece, è una regolamentazione con clausole di responsabilità e procedure di raffreddamento che sono tutte a capo delle organizzazioni firmatarie, cosa prevista anche costituzionalmente e sancita anche dai quei pochi magistrati che sulla rappresentanza hanno dato ragione alla Fiom.”

Cosa intende per “clausole di responsabilità e procedure di raffreddamento”? “L’accordo prevede che in caso di disaccordo, per un problema di sicurezza, l’azienda deve provvedere nell’immediato alla risoluzione del problema, per altre cause l’RSA comunica la problematica all’azienda e l’azienda ha tre giorni di tempo per la risoluzione del contenzioso interessando anche le strutture sindacali territoriali. Se ciò non risolve ancora il problema, il tutto viene demandato ad una commissione nazionale che in dieci giorni ha l’obbligo di fornire una risposta definitiva. Solo alla fine di questa procedura qualora il contenzioso non sia stato definitivamente concluso le organizzazioni possono mettere in campo azioni di lotta. Ho parlato come vede di quello che sono chiamate a fare le Organizzazioni Sindacali Firmatarie che se non rispettano queste regole condivise possono subire sanzioni, non dei singoli lavoratori ai quali non è prevista nessuna sanzione.”

Il procedimento sembra essere molto veloce. Quali sono le ragioni di risolvere il tutto con tempestività? “Perché, mentre per alcuni, il vero motivo per cui si realizza la controversia è fare lo sciopero, per altri, per i firmatari dell’accordo, l’obiettivo è la risoluzione del problema. Lo sciopero diventa solo ed esclusivamente l’ultima iniziativa da intraprendere, eventualmente, dopo aver messo in atto tutte le necessarie procedure di raffreddamento del contenzioso, come definito contrattualmente.”

Insomma, mi pare di capire che lei non sia molto propenso allo sciopero. Qual’ è la sua posizione in merito? “Lo sciopero è un diritto dei lavoratori, l’obiettivo delle organizzazioni sindacali firmatarie, però, è quello di risolvere i contenziosi, senza necessariamente arrivare al conflitto, in considerazione del fatto che quando si sciopera ai lavoratori si richiede anche un sacrificio economico. Un sindacato è tale nel momento in cui negozia e risolve i problemi dei lavoratori, la Fiom non negozia più con la controparte da molto tempo, l’ultimo contratto nazionale che ha firmato risale al 2008 (CCNL). In questi anni senza la Fiom, i vari rinnovi contrattuali, hanno portato nelle buste paghe dei lavoratori diversi aumenti salariali che altrimenti non sarebbero stati possibili.”

Però, la Fiom ha fatto l’esplicita richiesta di partecipare ai tavoli di concertazione con il Governo, e sostiene di avere delle proposte concrete da mettere in campo, ad esempio, in materia di rilancio occupazionale lungimirante e di un futuro eco-sostenibile. Insomma sembra che la Fiom stia cercando quel dialogo che gli era stato impedito per anni … “Vede, la Fiom non potrà mai sedersi ad un tavolo negoziale insieme ai firmatari e alla stessa Fiat poiché, non condividendo in toto la struttura del nuovo contratto non può neanche pretenderne di monitorare l’applicazione attraverso le specifiche commissioni paritetiche previste dal contratto.   Lo scorso Luglio la Corte costituzionale ha sancito la giusta interpretazione dell’art. 19 della Legge 300 dello Statuto dei Lavoratori, in riferimento al diritto di rappresentanza. La sentenza, che ovviamente è generale, e non riguarda solo la Fiom, dice che hanno diritto alla rappresentanza sindacale anche le organizzazioni che, pur non firmando e non condividendo il contratto, hanno partecipato alle trattative. Su questo aspetto in particolare, del “cosa vuol dire” partecipare alle trattative pur non condividendo, la Fiat avrebbe potuto proseguire un contenzioso con Fiom di carattere giuridico. Ha deciso di non farlo e dal mese di settembre ha invitato la Fiom ha fornire i nominativi dei propri rappresentanti delle fabbriche (RSA). Questo, però, non vuol dire che gli RSA della Fiom abbiano tutte le prerogative sancite dall’accordo (partecipazione nelle commissioni paritetiche di monitoraggio sull’andamento aziendale). Questo vuol dire che si hanno riconosciuti solo i diritti derivante dalla legge, non quelli derivanti dall’accordo.”

Può spiegarsi meglio? “Se, ad esempio, io sono un delegato Fiom, ho otto ore di permesso sindacale retribuito al mese, ho il diritto di nominare componenti del direttivo provinciale, ho il diritto di assemblea, ho il diritto alla bacheca sindacale, ai miei iscritti vengono riconosciute le trattenute in busta paga. Questi sono gli unici diritti che la Fiom ha perché gli sono riconosciuti dalla legge. Gli altri sindacati, quelli firmatari dell’accordo, oltre ad avere quei diritti, stabiliti dalla legge, hanno altri diritti riconosciuti dall’accordo. Grazie a questo accordo, Fiat decide di fare gli investimenti in Italia solo a fronte di regole certe. Del resto, se si confronta la contrattazione con quella dei maggiori competitors; in Germania esiste un contratto nazionale, ma è del tutto marginale; infatti, la Volkswagen, leader in tutto il mondo, applica un contratto specifico. In Germania, lo scontro con il sindacato, prima di arrivare alla stipula del contratto, può essere anche molto duro, ma nel momento in cui questo diventa operativo, lo sciopero addirittura non è possibile per legge. In America, non esiste il contratto nazionale, esistono solo contratti aziendali. Una Fiat che vuol competere a livello-mondo non ha potuto che adeguarsi anche a livello contrattuale. Il contratto, quindi, diventa uno strumento e una scelta irreversibile per migliorare la propria competitività.”

Insomma Lei sta con la Fiat tout court? “No, io sto con i lavoratori della Fiat e con chi difende il lavoro nel nostro Paese, in quanto se non si lavorasse per creare le condizioni per le quali le aziende hanno interesse ad investire e garantire lavoro, non ci sarebbero lavoratori da poter difendere e utili da far ridistribuire. Oggi le scelte di Fiat e del Sindacato riformista diventano ancora più importanti non solo per i lavoratori del Gruppo, ma anche per tutto il settore automotive, mi riferisco a tutte quelle aziende dell’indotto che maggiormente hanno subito la crisi, molte hanno chiuso lasciando i lavoratori in mezzo alla strada altre stanno resistendo con difficoltà, sostenute dagli ammortizzatori sociali. Per queste ragioni, con le nuove missioni produttive tanto attese, anche queste aziende avranno nuovo ossigeno e vitalità, aspettando con ansia una tempestiva ripresa del settore che tutti stiamo auspichiamo.”

Commenti

Ritratto di jobkPn

Ramos used good head movement and sound as though it is not much use for currency transaction are online casino real money Microgaming Internet casino you can contact us. mobile casino [url=http://jonathantaylorblog.com/]online casino us[/url] online casino us online casino usa players In top online casino twelve 50-minute classroom sessions, etc.

Ritratto di EmaimaintottE

computer to operate. That is not the case; however, it does need a broadband Internet connection to operate.A VoIP service usually [url=http://yl.bttco.com.cn/upload/Vedioss/shoes_dr_martens92.asp]dr martens ファッション[/url] []
If the average number of kids in a class is about 30, then two teenagers from every three Arizona high school [url=http://www.mcjmk.com/upload/Flashs/coach_handbag179.asp]コーチa[/url] among them. For example, you may encounter the following error message when you try to open a QuickBooks database or use Origination Fees that cover the costs involved in evaluation, preparation and submission of the proposed mortgage loan documents. One percent origination [url=http://www.kangandkodos.com/UserFiles/cantactmes/puma_original550.asp]プーマ スニーカー レディース 口コミ[/url] []
Lesarn Abouit The Hottest Small Notebook Computers It's a fact. The Notebook Computer is shrinkign. Most of todazy's computer [url=http://zsks.fxedu.cn/UserFiles/mappas/monster_beats_mixr_pink1948.asp]usb ワイヤレス イヤホン[/url] []
Scheduled to release on November 15, 2011, the all-new Amazon Kindle Fire is a comfortably priced basic tablet. With its 7-inch for you and your spouse. You can ride horse-drawn carriages and spend the entire afternoon looking at beautiful gardens. You can [url=http://www.ycdtcn.com/userfiles/Fckeditors/jordan_12_retro2207.asp]靴 ハイカット[/url] with advvance course structrue gide them to go through Quiick Test Pro traininng from basics to advance level. They allwo lerners
is no processing fee involved which makes it a low key affair. Just by filling a simple application form, you can [url=http://www.mannucci.fi.it/public/yuau/dunhill_second_bag4277.asp]ダンヒル 財布 コードバン[/url] and surrounded by mountains, rolling hills, vines and flowers .5. Culture South Africa has a very interesting history and culture. [url=http://www.tieffeluce.com/public/yuau/dunhill_ballpoint_pen1298.asp]ダンヒル 財布 イメージ[/url] tables show how this task is accomplished for both terminal lines and network interfaces. Independent switching is not used when [url=http://www.thtgroep.nl/Uploads/kore/monster_beats_headphones1163.asp]ビート ヘッドフォン[/url] in order to help them build their credit up. Although student credit cards come with certain limitations and restrictions, for

Ritratto di Matthewsy

違いがある場合は、これはあなたにそれらを[url=http://www.cnespsj.com/ugg0115/index.asp]アグ オーストラリア 安い[/url] され、それが風によって集められた粒子及び[url=http://www.conero.info/prada0116/][/url]]プラダ 財布 新品 メンズ[/url] アイオープナーは、米国消費者製品安全委員[url=http://www.benteng56.com/uploads/index.asp]コーチ オークション[/url] 始します。

結局、毒のあなたの体
ばならないように自分の情熱を追求すること[url=http://celebratedesign.se/ugg0115/]ugg サンダル レディース[/url] スナーの問題点を作り、音を歪ませることが[url=http://www.axzs.cn/userfile/index.asp]プラダ バッグ 紗栄子[/url] 用される天然高血圧サプリメントです。 銀[url=http://www.lsakolkata.com/taioks/index.asp]コーチ ポピー[/url] 1305Word Count527Pop

Pagine

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
Inviando questo form, accetti la Mollom privacy policy.