La sinistra senza sinistra

Carmela Blandini Mar, 03/12/2013 - 16:35

La Sinistra è nata, nella Storia, per difendere dalla sopraffazione del potere la povertà, gli operai, i proletari, i più deboli. In questo loro modo di essere le ideologie di Destra e Sinistra non saranno mai uguali, perché la destra, sin dall’inizio, ha difeso gli interessi di chi aveva qualcosa da difendere e, per questo, lasciando alcuni liberi di sfruttare i deboli e gli indifesi e, anzi, aumentando questa categoria di persone in modo esponenziale, al fine di potersi appropriare di una forza-lavoro assoggettata al potere del denaro.  Il grande errore che ha fatto il PD, sin dalla sua nascita, è stato quello di accettare  al suo interno le componenti della destra, che mai avrebbero potuto comprendere e assumere in toto le rivendicazioni della sinistra contro se stesse.  L’errore è stato così enorme perché suggerito dalla fretta di stabilire che l’avversario comune era Silvio Berlusconi.  Così facendo, si sono persi per strada i valori del Manifesto del partito comunista, i valori che Marx ed Engels avevano suggerito come baluardo che avrebbe potuto riscattare il popolo nel momento in cui si fosse stancato di “servire” il padrone di turno.  La rivoluzione del proletariato non è una svolta “cattiva” che vuole a tutti costi il sangue dei capitalisti, essa rappresenta la logica ricerca di riscatto sociale da parte di chi vede deluso, vessato e spesso deriso, il suo sogno di una vita che abbia un futuro senza servitù.  L’attuale situazione dei partiti e del governo guidato da Letta non è altro che lo specchio di quella deformazione in cui Destra e Sinistra, non avendo più delle forti ideologie ben distinte, dovranno inchinarsi al populismo “contenuto” di Matteo Renzi, e questo per difendersi da quello di Grillo che appare molto più disfattista e pericoloso per i poteri acquisiti.  Renzi si presenta come il simbolo della confusione che la Sinistra ha creato, facendola nascere dal suo stesso ventre, mettendo allo specchio se stessa e scambiando, nella visione speculare, la sua destra con la sua sinistra.  Seguendo questo sistema, tuttavia, una parte di popolo è rimasta orfana di quella Sinistra italiana fattiva e partecipe, che nell’immaginario collettivo è rimasta imprigionata dentro il sogno interrotto bruscamente dalla morte di Enrico Berlinguer.  Gran parte degli italiani è pronta ad applaudire un leader carismatico e Matteo Renzi, con la sua parlantina sciolta e la sua sicura baldanza di giovane ben vestito, ha capito che il posto era vuoto e poteva essere occupato.   Ma il carisma non basterà se l’idea e il programma non saranno rivoluzionari, se non si prospetta un cambiamento sociale e totale della situazione di stagnamento in cui l’Italia è stata gettata, volontariamente, da quella parte di persone che si sono arricchite sulle spalle di chi è rimasto indietro.  Non sono le stesse persone che li hanno provocati che potranno rimediare ai danni.  Se il carisma risulterà “vuoto” di contenuti “diversi” saranno le pedine a dover soccombere e, forse, questo Paese rimarrà senza nessuna prospettiva di futuro.  È questo il momento di cambiare la prospettiva sociale, il momento di credere in un’ideologia rivoluzionaria, in una idea forte da mettere in campo per aiutare il popolo a ritrovare il sorriso e la speranza.  Questo è il momento in cui i valori della Sinistra devono chiamare il popolo a raccolta sotto un Simbolo forte e indiscusso che faccia dire a tutti quelli che si sentono oppressi: ECCO LA MIA SALVEZZA!  Poiché sono convinta che quel simbolo debba essere nuovo e pulito, io penso che “Azione Civile” potrebbe essere quel simbolo e potrebbe riscrivere la Storia, se tutti insieme troviamo quel simbolo che non è una bandiera, non è una persona, non è un oggetto, ma è un Valore condiviso.  PENSO CHE NESSUNO TORNEREBBE A CURARSI DA UN MEDICO CHE GLI HA SBAGLIATO LA CURA E HA ROVINATO LA SUA SALUTE ... per questo non capisco come si possa tornare a difendere e votare dei partiti che hanno ampiamente dimostrato che NON SANNO CURARE L'ITALIA e anzi hanno provocato LA MALATTIA ...