BONACCINI E QUEI 300.000 EURO ALLE ASSOCIAZIONI CHE DIVULGANO IL SESSO CON LE DROGHE

Bologna, partiamo da qui, da quell’agenzia di stampa passata inosservata ai più del 18 gennaio scorso, il candidato di Fratelli d’Italia al consiglio regionale avv. Lorenzo Tomassini ha dichiarato la disparità di trattamento tra associazioni tirando in ballo l’associazione BLQ Checkpoint/Plus LGBT Onlus la quale, afferma Tomassini, “beneficia annualmente di 50.000 euro dall`Ausl senza bando e occupa locali in comodato, che per definizione è gratuito, per 15 anni, il che significa non meno di 90.000 euro che non entrano nelle case del Comune”; una somma, secondo il candidato, che si aggira intorno ai 300.000€ versati, il tutto senza bandi ma tramite assegnazione diretta.

Queste associazioni divulgano sui propri siti, e con opuscoli cartacei, il cosiddetto chemsex: (http://www.blqcheckpoint.it/articles/category/chemsex)

“Un imbarazzante opuscolo, divulgato anche online, in cui non si dice che la droga fa male, ma che usare droga può far dimenticare l`uso del profilattico e portare al contagio – sempre Tomassini si chiede – come mai l`Ausl, quindi la Regione, non si ponga il tema di gestire il tema del contagio Hiv direttamente, nei propri ambulatori e dia fiumi di risorse a questi signori per attività che possono essere garantire dalle strutture esistenti”.

Ma chi gestisce l’Ausl? La regione Emilia Romagna.

Chi ha gestito la regione negli ultimi anni? Il presidente Bonaccini e i suoi assessori e nominati!

Il chemsex,, per chi non lo sapesse è la pratica del sesso sotto l’uso di stupefacenti, secondo studi e per stessa ammissione del presidente dell’associazione Plus a novembre 2019 il fenomeno è molto aumentato, oltre all’aumento dei casi di malattie sessualmente trasmesse. Questo opuscolo dichiaratamente nato per contenere i danni, ha fallito perciò il suo scopo. E la regione invece di chiedere la rimozione dai siti, di questi argomenti: il chemsex e come farlo, dona loro soldi della comunità.

Bisognerebbe, appunto, aumentare la lotta alla droga, e aumentare la prevenzione e l’informazione. Cosa ampiamente sottesa, visto i dati, da questa giunta regionale.

Leggete qui il Carlino di oggi 25 gennaio 2020

One thought on “BONACCINI E QUEI 300.000 EURO ALLE ASSOCIAZIONI CHE DIVULGANO IL SESSO CON LE DROGHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social profiles

Calendario

Novembre: 2020
L M M G V S D
« Ott    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Social Media

Pagine